Il matrimonio di Alessandra

21 Mag

Alessandra andavamo a scuola insieme, ed era la ragazza più bella della classe. Poi aveva una voce calda, che c’era un mio compagno che ogni volta che lei leggeva alzava la mano e chiedeva di andare in bagno. Che non è che lo facesse apposta, ma dato che per un paio di volte è successo che lei leggesse e lui alzasse la mano per uscire i compagni più bastardi ci avevano ricamato sopra immaginando che quel poveretto in bagno ci andasse a fare chissà che cosa.

Che poi una volta che lei era senza voce perché era venuta a scuola correndo sotto la pioggia, e le era toccato leggere, lo aveva fatto con una voce roca che tutti i ragazzi della classe hanno alzato la mano per chiedere di andare in bagno.

Ecco, sabato quella ragazza lì si è sposata, e siccome siamo rimasti amici anche dopo la scuola, sono stato invitato al suo matrimonio, insieme alla mia fidanzata.

La reazione che ho avuto è stata di gioia, perché quando ti invitano a un matrimonio sei sempre felice, e di commozione, perché la mia amica si sposava ed ero felice per lei, e anche un po’ di scazzo, perché sabato il Genoa giocava a Bari, e visto come stanno le cose non era certo una partita che si poteva perdere.

Non fa niente, ci siamo detti io e la mia fidanzata, è il matrimonio di Alessandra, la partita non deve neanche venirci in mente, ci siamo detti, e ci siamo scambiati l’espressione di chi sta prendendo una decisione matura e responsabile.

E poi è già il terzo matrimonio che ci comportiamo da adulti responsabili, ormai sappiamo come si fa.

Funziona così: la mia fidanzata non entra in chiesa perché una volta da bambina è andata a rubare le ostie in sacrestia per farsi ostia e nutella, e il papa l’ha scomunicata, perciò a ogni matrimonio resta fuori ad aspettare che finisca la cerimonia, e siccome su tutti i portoni è appesa la sua foto con scritto sotto uonted, indossando un paio di baffi finti per non farsi riconoscere dai fedeli.

Io non posso lasciarla sola in balìa delle beghine che appena la vedono si mettono a strillare, così avverto gli sposi che sono molto spiacente ma dovrò restare fuori a fare il cane da guardia, e appena questi entrano io prendo su la fidanzata e ci infiliamo nel primo bar che trasmetta la partita.

L’aspetto adulto e responsabile consiste nell’interrompere la visione per tornare sul sagrato verso la fine del rito nuziale, salutare gli sposi, fare due foto e tornare in tempo per il secondo tempo, che va bene adulti, ma il Genoa è il Genoa.

Anche questo sabato è andata così, la cerimonia comincia alle quattroemmezza, la partita alle quattro, abbiamo una mezz’ora abbondante di sofferenza prima di andare a salutare gli sposi. Ci presentiamo alle quattromenounquarto e battiamo il quartiere alla ricerca di un bar che trasmetta sky. Alle quattromenodue non abbiamo ancora trovato niente, un barista ci dice che secondo lui non si trova niente prima di un paio di chilometri. E’ il terrore. Valutiamo seriamente se valga la pena comportarsi in modo adulto o se non sia il caso di sbattersene le balle e abbandonare la zona per tifare come dio comanda.

Quando tutto sembra perduto un bar ricevitoria si rivela un covo di genoani ultracinquantenni, dotati di parabola, e riusciamo ad assistere al calcio di inizio in un clima di gioviale ottimismo.

La prima mezz’ora il gioviale ottimismo è stemperato dalle difficoltà sul campo, ma nessuno si perde d’animo, e salutiamo i nostri nuovi amici per andare a ricevere la sposa sul sagrato, convinti di ritrovare la stessa serenità e fiducia.

Oltretutto sulle scale c’è l’anello di congiunzione fra Ciccio Graziani e il conduttore della Domenica Sportiva che ci tiene aggiornati sul risultato grazie a un suo amico in ponte telefonico: è finito il primo tempo zeroazero, il Napoli pareggia unoauno, va tutto bene, ecco lo sposo, la sposa è in ritardo, vabbè, c’è tempo.

Il tempo c’è anche quando il parroco esce e si lamenta che ha una messa da cominciare, e se la sposa non arriva lui inizia lo stesso con quelli che ci sono.

Tempo comincia a essercene meno quando la messa è cominciata, lo sposo è preoccupato che la sposa abbia cambiato idea, gli invitati sono nervosi, noi pure perché è cominciato il secondo tempo e il nostro informatore pelato non sa niente.

E finalmente ecco Alessandra, è bellissima nel suo abito bianco, tutti dicono oooh e aaaah, qualcuno aggiunge eeeh belin era oraaa!, ma non si può ancora entrare in chiesa, bisogna aspettare che il parroco finisca di dire messa, pensa te. Un quarto d’ora di imbarazzo con la sposa e il fratello fermi sugli scalini pronti a entrare, lo sposo un metro dietro pronto ad accompagnarli a distanza, o a precederli in uno scatto bruciante, gli invitati paralizzati intorno che non si azzardano a spostarsi. Una foto tridimensionale perfetta, un momento surreale fuori dal tempo.

Alla fine i fedeli escono, gli invitati entrano, noi ci dileguiamo al bar, abbiamo perso non più di un quarto d’ora, cosa vuoi che sia successo?

Due a zero per il Bari? Non è possibile, c’è un errore, due a zero per il Bari? E lo shot della vittoria?

E basta, non c’è altro da aggiungere, siamo arrivati e il Genoa ha rimontato egregiamente, c’era un rigore grosso così e non l’hanno concesso come al solito, e dopo Rosetti anche Trefoloni fa capire che la musica non è cambiata. Finita la partita siamo riusciti a tornare in tempo per veder gli sposi uscire sposati, tirare riso e coriandoli e andare a mangiare.

Per descrivere la cena ci vorrebbe un altro post molto più lungo, ma andrei fuori tema, non mi pare il caso. Forza Genoa.

Annunci

10 Risposte to “Il matrimonio di Alessandra”

  1. Dedee maggio 22, 2007 a 2:16 am #

    la cena la puoi sempre descrivere sul tuo blog…
    Con le vostre credenziali di portabene del grifone, perche’ non richiedete un abbonamento a sky in omaggio?

  2. fresa85 maggio 22, 2007 a 9:32 am #

    insomma…quando io ho smesso di seguire la partita tu hai iniziato a seguirla.
    D’ora in poi tu la segui e io no ok???!!!
    Anche se saà dura visto che sarò allo stadio per tutte le ultime 3…chiuderò gli occhi!!!

  3. Fatascalza maggio 22, 2007 a 10:07 am #

    Per ogni partita del Genoa si dovrebbe scrivere un romanzo ….

    🙂

    PS: Auguroni ad Alessandra 🙂

  4. whiteluke maggio 22, 2007 a 10:36 am #

    …io e la mia socia di sms…sabato abbiamo iniziato a scriverci alla fine del primo tempo…io “cosa fanno iragazzi” lei…sono al canile…non so nulla torno a casa e ti so dire…
    A quel punto la “scimmia” da Genoa è cominciata a montare…ero a Firenze…magicamente trovo un chiosco con schermo gigante e…cosa vedo Sky calcio…belin tutte le partite una in fila all’altra…agozzo la vista…e cosa vedo belin…il momento del 2-0 del Bari…balin ma che succede…beh poi sappiamo tutti com’è finita…con i fiorentini che dicevano…ma come si fa a non dare un rigore così…il piedino magico di Di Vaio…e ad ogni cambiamento sms alla mia socia…

    Ora io sabato sono a Napoli…vedi un pò tu cosa fare…Spassky e Hardla…non rompetele il belino (sorry mussa;-))) se mi scrive 25 sms…ok? 😉

  5. roja30 maggio 22, 2007 a 11:35 am #

    effettivamente abbiamo portato “suerte” lo hanno detto anche i signori che stavano li’ a vedere la partita, il barese no, aveva da recriminare sul fatto che il rigore non c’era. Domani vado a vedere se trovero’ il biglietto per la sud e dopo tutti a fare lo shot della vittoria. Approposito stiamo vagliando proposte per la promozione, diceti le vostre idee e vediamo cosa riusciremo a fare.

  6. Fatascalza maggio 22, 2007 a 11:54 am #

    Ehmmmm .. non per essere negativa, ma se ci sarà da festeggiare .. lo farò alla prima giornata del prossimo campionato.

    L’ufficio indagini, a seguito delle dichiarazioni di Cazzola e Cosmi (?) ha aperto un’inchiesta su Juve, Napoli e Genoa (vedi ansa…..)

  7. fresa85 maggio 22, 2007 a 12:09 pm #

    io ogni volta che sento gente che parla di promozione mi tocco.
    Finchè non vedrò il Genoa che gioca la prima di campionato (di quale anno spero il primo possibile ma non si sa mai) in A allora farò carosello serio.

  8. roja30 maggio 22, 2007 a 1:49 pm #

    bella l’idea di festeggiare la prima di campionato! E certamente piu’ sicura

  9. FrySimpson maggio 22, 2007 a 2:21 pm #

    Ahahah!!! 😀

    Post stupendo!!!! ^__^

    Non avete una foto della sposa? Che a sto punto sono ancora più curioso di sapere se è quella che credo io o no…

  10. paolav maggio 23, 2007 a 3:38 pm #

    Madò, che giornata!!! Per fortuna io e il mio socio di sms soffrivamo solo tramite cellulare…io perlomeno, che c’avevo da domare cani teribbbili. Megiu cuscì.
    Ci si vede sabato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: