Archivio | dicembre, 2007

Siamo gli unici a farlo incazzare

30 Dic

Copioincollo da TMW. Dichiarazione della settimana scorsa, ma comunque interessante e non priva di soddisfazioni.

Inter, Mancini: "La mia rivale? Il Genoa"
Parlando dell’imminente derby di Milano, l’allenatore dell’Inter Roberto Mancini ha dichairato di non sentire troppo il peso della rivalità coi rossoneri… "Non ho rivalità con il Milan, semmai ce l’ho con il Genoa – le sue parole -. Non l’avevo neanche con la Roma quando allenavo la Lazio". Mancini ha anche aggiunto: "Rispetto ai derby passati, per noi c’è un po’ più di tranquillità, ma resta comunque una sfida particolare, non come le altre".

Beh, visto l’onore concessoci da Coso e visto anche il particolare periodo dell’anno, anche io mi sento di onorarlo dedicandogli una cartolina natalizia un po’ vintage ma molto pertinente….

Natale è già passato, quindi buon anno al Genoa, ma soprattutto a tutti i Genoani.

Annunci

Genoa 1 Parma 0

23 Dic

Finalmente !

Quella volta a Empoli ci ho andato anch’io

16 Dic

Si, tre anni fa, quando Tosto giocava dalla nostra parte, ero appollaiato su una di quelle gradinate pericolanti che con le nuove leggi sugli stadi avrebbero dovuto sparire e invece son sempre lì. Avevo anche una bandierona del Ghana per omaggiare Mimmo Gargo, e da qualche parte sono stato anche fotografato mentre la sventolavo.
La squadra in campo quella volta là aveva fatto cagare, servivano i tre punti contro la diretta concorrente alla promozione, ma i giocatori erano addormentati, non ci mettevano il minimo impegno, alla fine uno zeroazero era andato bene a tutti, tranne a noi tifosi incazzati, che avevamo fischiato squadra e allenatore, Cosmi, che si era pure offeso.

Oggi me ne sono stato al caldo sul divano, in una delle giornate più fredde dell’anno, a guardare i nuovi undici farsi venire un accidente sotto un vento pauroso. Allora si era verso la fine del campionato, e la temperatura era molto più mite.

Purtroppo, sarà il campo, sarà la sfiga, sarà l’atteggiamento dei giocatori che quando indossano questi colori perdono entusiasmo, anche oggi l’incontro è cominciato sottotono. Va bene, avevi il vento contro e faticavi ad allungare la squadra, ma credo che se anche fossero stati vestiti con tute aderenti alla Diabolik il risultato non sarebbe cambiato. E le cappelle in difesa avevano poco a che vedere col clima, un palo dopo un minuto e mezzo, l’altro alla mezz’ora, il gol stupido, ma stupido, per colpa del secondo difensore più brutto della storia del calcio dopo Mirko Conti, sono da addebitare solo alla squadra. Non mi sento neanche di incolpare l’allenatore, sebbene la formazione presentata da Sky a inizio partita mi avesse fatto mormorare "Gasperini ha intrapreso la via dell’alcolismo".

Ma restiamo al gioco, che fra la squadra in campo e la regia di quella merda di pay-tv ho passato un paio d’ore surreali come non mi capitava da quando mi tiravo le storie con Wonder Woman.

C’è un’azione? Sky fa passare il replay degli ultimi venti minuti di gioco. Battono una punizione? Ecco un bel primo piano della panchina sotto le coperte. I calci d’angolo erano tutti interpretabili dagli sguardi partecipi dei vecchietti congelati in tribuna, se sgranavano gli occhi poteva voler dire che qualcuno era andato vicino al gol, se restavano impassibili che il tiro era stato preso dal portiere. Oppure che gli spettatori in questione erano già morti.
A un certo punto ho controllato sul contratto se mia madre avesse sottoscritto il pacchetto Sport o quello Villa Serena.

Il secondo tempo ha mostrato da un lato un Genoa più arrembante, dall’altro che la fantasia di Gasperini non conosce limiti (o che la panchina è diventata caldissima da un po’ di tempo), più si avvicinava il triplice fischio più gli attaccanti davanti alla porta di Balli si moltiplicavano.
Esce Konko per Leon, poi Rossi per Figueroa, poi Santos passa a centravanti. Mancava che schierassimo due difensori a coprire lo specchio della porta dietro Rubinho, e tutti gli altri in area avversaria, in un 2 – 8 che avrebbe fatto discutere a lungo i giornalisti sportivi.

Dai e dai, giocare a cinque punte ha la meglio sui giocatori dell’Empoli, che non è comunque una gran squadra, e arriva il gol del pareggio. E chi lo segna, con tutti quegli attaccanti? Un terzino, ovvio.

Le considerazioni finali cominciano tutte con vaf, ce n’è per tutti, per l’arbitro che ci ha negato un rigore e ha mostrato più lui il cartellino che Alessia Merz le tette, per Sculli che anche stavolta si è mangiato un gol fatto, per Gasperini che ha tenuto Leon in panchina per mezza partita, per Sky che se in cabina di regia ci mettesse il mio cane otterrebbe risultati migliori, e il mio cane è cieco da un occhio.

Però Figueroa mi è piaciuto, se si trova il modo di tenerlo in campo senza sacrificare il nostro uomo migliore può farci dei bei regali.

merda

16 Dic

Adesso stiamo perdendo pure col derelitto Empoli. Spero che si diano una svegliata i giocatori e che Gasperini la pianti con i suoi esperimenti del belino.

Giocatori come Juric, Sculli e Masiello non sono in grado di giocare al calcio adesso, mentre gente come Leon e Figueroa marcisce in panchina…

Eccheccazzo!

Qualcuno lassu ci ama…

13 Dic

Dal sito della Gazzetta :

"Si è fermato Di Vaio"

12 dicembre 2007 – Doppia seduta di allenamento per gli uomini di Gasperini: alla mattina lavoro in palestra e nel pomeriggio lavoro tecnico-tattico con ripetute partitelle. Oltre al convalescente Danilo, fuori causa, oggi si è fermato Di Vaio (infiammazione al ginocchio sinistro). Domani lavorerà a parte, poi saranno valutate le sue condizioni in vista dell’impegno di campionato ad Empoli. Per la trasferta in Toscana sono previsti parecchi pullman di tifosi in partenza da Genova, tra cui uno di soli bambini. (g.r.)

Ora lo so……….

20070412_026

GENOA 1 SIENA 3

9 Dic

Me ne sono andata prima della fine della partita, sul 3-0. Credo di non averlo mai fatto, nemmeno in un Genoa – Udinese 0-5 con Zico.

Mi sono vista la partita da sola, brutta auspicio, il primo tempo incredula, il secondo accasciata su di un seggiolino. Non commento nulla, sono ancora rintronata.

Lascio ad altri questa incombenza. Io, non vedrò più niente per questa settimana.

Torino – Genoa 1-1

3 Dic

Non ho visto la partita, ho letto giusto due commenti sul muro e un trafiletto su Repubblica.it, quindi posso parlare con cognizione di causa (mi sa che è il secondo e ultimo post su nube, perché poi mi bannate).

Il primo tempo è stato quasi noioso probabilmente per la paura di perdere, è vero che giochiamo sempre abbastanza bene (a volte più a volte meno) ma la terza sconfitta consecutiva sarebbe stata una mazzata mica da ridere.
Poi la strigliata di Gasperini e il notare, come in altre partite, che l’avversario era battibile ha dato un po’ di coraggio, peccato per la vittoria mancata.
Bilancio positivo e bicchiere mezzo pieno, un po’ come dopo il Catania: dopo aver preso le botte si cerca di risalire la china mattoncino su mattoncino, visto che i prossimi impegni sono più alla nostra portata.

Il mio prossimo post sarà sulla Champions League, visto che l’ultima volta che l’ho seguita seriamente il centravanti della Juventus era Bettega.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: