Archivio | dicembre, 2009

Chi è Tatiana?!?

29 Dic

Il mercato di riparazione si avvicina, e i nomi si accavallano più delle gambe di Sharon Stone nella scena dell’interrogatorio in Basic Instinct. Questi però sembra che le mutande le indossino..
Vediamo di districarci meglio con un piccolo vademecum:

Suazo: il migliore amico di Leòn, pare che prima di giocare a calcio i due girassero l’Honduras in autobus. Intrapresa la carriera professionistica uno è finito al Genoa dove ha alternato successi a delusioni e se n’è andato al Parma e poi al Torino, dove milita tuttora, mentre l’altro è quel bastardo che ci ha fatto il gol dell’1-0 nella peggior partita che abbiamo giocato contro l’Inter. Ha avuto alterne fortune anche lui, ma recentemente è andato in prestito al Benfica, perciò almeno potrà insegnare qualche parola di portoghese a Bocchetti, o almeno non pagare sugli autobus.

Huntelaar: chiamiamolo così perché col nome non ne veniamo a capo. E’ olandese, sinonimo di grande classe e giocate incredibili, arriva al Milan dopo tre anni all’Ajax e qualche mese al Real Madrid, ma silvio neanche si chiede perché sia stato in Spagna solo mezza stagione. Evidentemente lo scopre di recente, perché lo mette sul mercato dopo quattro mesi. "Eh ma è chiuso fra Pato e Borriello!", dicono dalla sede meneghina, e magari è vero. Da noi rischia di arrivare grazie all’indiscrezione di Gessi Adamoli, giornalista di Repubblica, che è anche l’unico a parlarne.

Menegazzo: No, non stiamo parlando della marca pubblicizzata da Selèn quando diceva "Meneghètti, tu mi fai impazzire!", quello di cui scrive ogni giornale locale da almeno un mese è il centrocampista del Bordeaux, di cui si dice un gran bene. Al momento attuale sembra che lui sia talmente deciso a venire che la sua pagina di wikipedia lo dà già nostro nel ruolo di regista. Il problema è che la società cui appartiene vuole in cambio un mucchio di soldi più una notte di sesso con Preziosi. Il Presidente ha dichiarato seccato che lui un mucchio di soldi non li dà a nessuno. Piccola curiosità, il giocatore brasiliano è nato in un posto che si chiama Anita Garibaldi, perciò se venisse a giocare nel Genoa chiuderebbe un cerchio ideale, come se uno nato a Castellania (AL) andasse a giocare nella mpdoria.

Schelotto: Come chiccazzo è Schelotto? Schelotto! Non lo conoscete? Ma se lo considerano l’erede di Camoranesi!
Il fatto è che il giocatore della juve una volta pare aver dichiarato "Se almeno uno degli accidenti che mi augurano dovesse arrivare voglio lasciare tutti i miei averi a Schelotto". Al che sua moglie pare avere dichiarato: "Ecchiccazzo è Schelotto?".

Annunci

Indiscrezione di calciomercato

10 Dic

Va be’… la fonte è "mio cugggino" che gli ha detto il suo parrucchiere, che conosce Moratti… ergo prendetela con le molle.
Pare che Thiago Motta torni al Genoa.

Genoa un milione miliardi – ciclistica sampierdarenese non pervenuta

1 Dic

Il famoso derby de goal di Branco lo vincemmo dopo una settimana di travagli con la tifoseria a criticare dirigenza, allenatore e calciatori; sappiamo tutti come andò a finire. La vigilia di questo derby, pur avendo vissuto la distante, è sembrata molto simile. Paura di prenderne quattro, proclami di "io non ci vado", contestazioni più o meno velate e classici mugugni. Vedendo le immagini della partita, grazie alla pirateria Internet, ho visto solo una squadra in campo e non era la ciclistica: certo ci daranno poi a dire che ci hanno dato due rigori, che gliene hanno espulsi due e che Palladino gli ha fatto un gestaccio, ma se fossimo scesi in campo in 10, lasciando il buon Amelia a casa, non sarebbe cambiato di più di tanto. In 90 min ciclisti in giro per la nostra area se sono visti proprio pochi.

Ora abbiamo vinto tre derby di fila non accadeva dal quattordicesimo secolo d.C., speriamo che non sia il preludio a qualche catastrofe mondiale, inondazione, invasione di cavallette, terremoti o addirittura rielezione di Berlusconi.

Ah e già che ci siamo, che nuovo velodromo se lo facciano a casa loro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: